Baobab Musiche e Danze d'Africa

#spaziobaobabivrea #danzaafro #ivrea
#latradizionenelladanza #latradizionenellamusica 
#corpo 
#mente #sentire

 

 

Sonia Caronni

Opero nel mondo della relazione d’aiuto dal 1998, in differenti contesti:

  • Scuole di primo e secondo grado con counseling di gruppo e individuali per progetti di prevenzione alle dipendenze rivolti ai ragazzi e alle ragazze e percorsi sulla genitorialità
  • Carcere con counseling individuale e di gruppo sia rivolto alla popolazione ristretta che ai familiari;
  • Coordinamento, accompagnamento e supervisione di gruppi di lavoro progettuali
  • Counseling privato individuale o di gruppo

Ho conseguito una Laurea in Giurisprudenza presso L’Università Statale di Milano (1998) con conseguente specializzazione in Criminologia presso la Scuola Superiore di Studi Criminologi di Gianvittorio Pisapia (2000) e Criminologia delle Dipendenze presso L’Università dell’Insubira (2007). Ho conseguito il diploma di Counsellor in Psicosintesi presso “Il Calicanto” Scuola di Formazione al Counseling Integrato Transpersonale di Bologna (2012).

 

Counseling psicosintetico

Fare Counseling significa essere totalmente presenti ed esercitare un ascolto attivo della persona che in una determinata fase della propria vita decide di essere supportata per affrontare uno stato di disagio e difficoltà.

Il Counseling offre la possibilità di uno spazio protetto in cui accogliere i vissuti e agevolare la riscoperta delle proprie capacità, dei propri valori e degli obiettivi che si vogliono raggiungere.

E’ un’occasione per fermarsi, prendere contatto con se stessi ed esplorare il proprio mondo interiore per ritrovarsi, per conoscersi meglio e portarsi nella vita con maggiore chiarezza ed efficacia.

Il Counseling Psicosintetico attinge dagli insegnamenti dello Psichiatra Assagioli le mappe, dalle leggi e dalle tecniche per “aiutare ad aiutarsi” e nel motto del “Conosci-Possiedi e trasforma te stesso” individua la strada che conduce alla propria psicosintesi e cioè all’autorealizzazione.

Conoscere se stessi è un viaggio che inizia con la capacità di osservare le varie forze e i vari elementi del nostro “Animo Molteplice”, di prendere consapevolezza e vedere come ci comportiamo in maniera diversa a seconda delle circostanze e delle relazioni che viviamo fino a precepire un palcoscenico dentro noi in cui varie parti sembrano agire e voler affermare le loro ragioni, parti di sé e ruoli che in psicosintesi vengono denominate “subpersonalità”.

La fase del “possedersi” implica quindi la scoperta dell’esistenza di un proprio Centro e di una Volontà che saranno gli strumenti principali con i quali ci si autogoverna.

Infine il “Trasforma te stesso: la fase conclusiva dove tutto il percorso svolto viene utilizzato per convogliare le migliori energie in un agire saggio, in linea con la propria vera e più nobile natura.

La scelta del Counseling può essere determinata da situazioni ben precise e contingenti oppure confuse e nebulose: in qualsiasi caso, un evento percepito come ostacolo all’esserci, un essere nel mondo, un essere insieme agli altri uomini ed essere occupati attivamente e gioiosamente dai compiti particolari della vita.

Compito del Counselor psicosintetico è considerare il problema del cliente come facente parte del cammino della persona verso l’integrazione.

Possiamo, quindi, parlare di un incontro umano tra due soggetti, di cui uno (individuo, coppia o gruppo) sente di trovarsi in una situazione  esistenziale di difficoltà – problema o situazione conflittuale o di crisi – e cerca di esporla ad un altro soggetto, che lo ascolta in modo attendo, consapevole e partecipe e cerca di aiutarlo ad individuare, impostare correttamente, orientare e risolvere il suo problema o conflitto o crisi.

 

Cerchi di Tarocchi di Motherpeace e Danze in cerchio Meditative

La psicosintesi ha la capacità di rendere i Tarocchi più pratici e concreti, di aiutare ad usarli per capire il senso del nostro cammino, per evocare una quantità latente, o svilupparne una già attiva” Piero Ferrucci

Immersi nell’energia della natura della Valle Cerco affronteremo un percorso di avvicinamento alla psicosintesi e ai Tarocchi. La Psicosintesi   è una concezione dinamica della vita psichica quale tensione fra una molteplicità di forze contrastanti e un centro unificatore finalizzata a comporle in armonia.

E’ inoltre un sistema aperto di strumenti pratici volti all’interpretazione e all’armonizzazione della personalità per la conoscenza, l’accettazione e la trasformazione di Sé. Concepita, praticata e trasmessa da Roberto Assaggioli, può considerarsi ufficialmente nata nel 1926.

I Tarocchi, visti non come un metodo divinatorio, ma come una serie di simboli adatti a rappresentare tappe fondamentali della vita personale e universale, possono essere usati per facilitare lo scopo della psicosintesi. Con questo Cerchio esperienziale non si intende alimentare la curiosità per tematiche esoteriche o spiritualistiche, bensì affrontare un percorso di conoscenza e crescita che possa arricchire i partecipanti.

I Tarocchi se avvicinati con umiltà e spirito scientifico, consentono di osservare le energie in gioco in un data condizione personale e offrono spunti per comprendere il senso di ciò che sta avvenendo. Il gruppo è un elemento importante perché insegna a uscire dal proprio mondo interiore, percepito come assoluto e a vedersi come parte di un’unica vita di gruppo.

Le creatrici dei Tarocchi di Motherpeace, Karen Vogel e Vicki Noble, hanno abbandonato le raffigurazioni tradizionali (e spesso patriarcali) dei tarocchi, inspirandosi invece per le loro immagini agli Spiriti Femminili, l’enfasi femminile è bilanciata dalla presenza di alcune figure maschili.

La singolare forma rotonda e lo stile artistico primitivo permettono di sviluppare intuizioni e visioni creative-

 

Le Danze sacre in cerchio favoriscono l’armonia interiore e la bellezza della condivisione dei passi attraverso semplici coreografie accessibili a tutti; ci aiutano ad immergerci nel mondo sacro del simbolismo dei Tarocchi  “ … sperimentando come la musica, unita al movimento della danza e al significato che la danza stessa vuole rappresentare, possa portarci in profondità e farci entrare in contatto con noi stessi e con gli altri. E’ questo a rendere il nostro danzare un atto sacro” B. Wosien

Le danze sacre in cerchio sono nate in Scozia nel 1976 successivamente all’incontro di Eileen Caddy, fondatrice della comunità spirituale di Findhorn, e Bernard Wosien, ricercatore, danzatore e coreografo tedesco, che viaggiò attraverso l’Europa recuperando un vasto repertorio di danze e studiandone per molti anni l’aspetto rituale e simbolico, elaborando lui stesso originali e significative coreografie. Da allora le danze continuano ad essere praticate e rivestono un’importanza speciale nella vita comunitaria di Findhorn. Si sono diffuse in diverse parti del mondo (in Italia dal 1998) grazie a molti insegnanti che hanno voluto condividere la loro passione per questo tipo di danze.

 

SEDUTE INDIVIDUALI   LUNEDI'  dalle 12:00 alle 16:00

PRENOTAZIONI NECESSARIE: Sonia Caronni 3666157006

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: spaziobaobab ivrea, baobab, baobab ivrea, yoga, yoga ivrea, paolo panizza, ashtanga yoga

Laboratori, Seminari, Spettacoli e Produzioni