Laboratorio di Drammaturgia condotto da Pino Petruzzelli - 17 e 18 Febbraio 2018

 

 

LABORATORIO di DRAMMATURGIA
condotto da Pino Petruzzelli

LA CREAZIONE DI UN MONOLOGO
Qual è la differenza tra monologo e narrazione?
E’ usanza definire “narratore” ogni attore che sale sul palco da solo e narra vicende accadute a lui o ad altri. Se però lo stesso “narratore” è inserito in una tragedia greca, allora diventa un attore che recita la parte del messaggero.

Oppure si pensi all’atto unico “Il fumo fa male” di Anton Cechov, in cui c’è un solo personaggio in scena che si rivolge alla platea. Dov’è la differenza? Forse nel fatto che il narratore è anche autore di ciò che dice? O forse la differenza risiede nell’argomento e nel contenuto? Il narratore è detto solitamente “civile” nel senso che si occupa di qualcosa che riguarda la società nella quale vive, o perché testimonia l’appartenenza al genere umano più civilizzato?
Le risposte a queste domande confluiscono in una serie di definizioni differenziate e complesse che il corso analizzerà.
Base del lavoro sarà la consapevolezza dell’esistenza di uno spettacolo “necessario” e uno inutile. Uno spettacolo sincero, che nasce dall’animo di chi lo scrive, e uno bugiardo.
Si scelga poi la prima o la terza persona, per narrare, è del tutto ininfluente. In ambedue i casi, l’autore racconta il suo stato d’animo di fronte ad accadimenti personali o sociali.
Esistono solo modi diversi di raccontare.

Il laboratorio si svolgerà nell’arco di tre fine settimana (per un totale di circa 45 ore):

-17-18 febbraio 2018
-03-04 marzo 2018
-17-18 marzo 2018
(orari indicativi: 10.00/13.00 – 14.00/18.00)

Luogo: Spazio Baobab
Musiche e Danze d’Africa
Corso Vercelli n. 104- Ivrea (TO)

Costo complessivo: 300,00 Euro

E’ richiesta una minima esperienza in materia di displine della scena
Informazioni e iscrizioni: Associazione Rosse Torri
associazione.rossetorri@gmail.com , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 3491602603


PINO PETRUZZELLI
Drammaturgo, regista e attore del Teatro Stabile di Genova.
Dopo gli studi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma, lavora
per mettere la cultura al servizio di importanti cause sociali, andando a conoscere in prima
persona le realtà che poi racconta.
Collabora con l’Università di Genova e con il giornale “Il Fatto Quotidiano”.
Per la casa editrice Chiarelettere pubblica “Non chiamarmi zingaro” e “Gli ultimi”.
Dal 2000 è direttore artistico del Festival teatrale “Tigullio a teatro” a Santa Margherita Ligure.

 

Organizzato da Associazione Culturale Rosse Torri - Ivrea